lunedì, settembre 11, 2006

Non ho l'età

Capolavoro di frutta

Quando avevo 23 anni, andando a comprare le sigarette alla Stazione Tiburtina, la commessa mi chiese la carta d'identità. Avevano da poco cominciato ad insistere che i minorenni non potessero fumare (sogna) nè tantomeno acquistare sigarette (ma la scappatoia la trovavano e la trovano comunque). Con orgoglio mostrai il documento e dissi "Posso avere le mie sigarette?".

Quando avevo 28 anni, accompagnando Special K all'istituto dove al momento insegnava Meteorologia (m'impiccio sempre a dirlo e scriverlo.. metereologia, boh), nel quarto d'ora di pausa stavamo fumando una sigaretta. Esce un suo alunno: bel ragazzetto, ultimo anno, 18 anni compiuti, forse 19. Dopo aver scambiato due parole con la sua insegnante, si gira verso di me e mi chiede: "Anche tu sei un'alunna della professoressa?"

Ieri, alla tenera età di 31 anni e 10 mesi, al matrimonio di A&A, una tipa, collega di mia cognata, interrompe improvvisamente la conversazione che stava tenendo con quest'ultima, si gira, meravigliata, verso di me esclamando: "Oddio! Credevo fossi la figlia di uno di loro! Ti davo sì e no 14 anni, massimo 15".

Forse più invecchio e più sembro pupetta. O magari è vera la storia che la gravidanza migliora la salute della pelle e dei capelli.. ma addirittura arrivare a dire che ho 14 anni.. e che è? Il siero della giovinezza scorre dint' 'e vven??!!

Rallegriamoci. Ho passato i trenta e per alcuni sembro ancora una bambina. Mi ricorda una canzone di De Gregori..

..sembra una bambina
di cinquant'anni e cinque figli..

Nessun commento: