lunedì, agosto 27, 2007

Back to Rome



I 10 giorni a casa dei nonni sono passati molto in fretta. Sarà stato il clima, notevolmente piacevole dalle 19:00 alle 10:00; sarà stato il cibo, sempre abbondante, ottimo, tipicamente agricolo; sarà stata la gioia negli occhi dei nonni quando vedevano la Viola appena sveglia lanciare sorrisoni enormi e fare tutte le faccette che è capace di fare per farti squagliare come un polaretto al sole.

Di novità ce ne sono state per la Viola, in questi 10 giorni. Abbiamo comprato il primo biberon, che ha particolarmente gradito per stuzzicare quella che è la seconda sorpresa: ormai si possono sentire chiaramente i due dentini inferiori che si accingono a spuntare. In effetti, la Viola ha sbavato e slumacato più del solito. Senza dimenticare che riesce a rotolarsi nel lettone e in men che non si dica si tira su con la testa. Non ha ancora capito che deve puntellare le mani, ma se gliele disponete voi, riesce a tirarsi su, facendosi forza con le braccine. Braccine che ora mostrano due muscoletti niente male.

E per concludere, eccola al suo primo pranzo a tavola con noi, in occasione del compleanno del nonno. Notare come continua a mordersi le gengive. Notare anche la mano destra cicciona.

From Viola - month 5

Altra novità: Viola ha assistito al suo primo concerto (Luca Barbarossa, ahimè) e ai suoi primi fuochi d'artificio (è durata 2 minuti, poi ha cominciato a urlare e strapparsi i capelli).

Nonostante siano stati 10 giorni bellissimi, non mi dispiace affatto vivere in città. E che città poi. Ma è una storia troppo lunga.. e la Viola si è appena svegliata dal suo riposino dopopranzo.

Nessun commento: