mercoledì, giugno 04, 2008

Alanis Morissette @ Wind Music Awards 2008


Ieri sera a Roma. Era bellissima. Io e Chiara, la mente e il braccio, totalmente interscambiabili. Alla fine siamo riuscite a rimediare 2 biglietti, un ottima Fila 6 nel Parterre. Non chiedetemi come. Non ve lo posso dire. Ho perso 2 chili in una serata. Ma ne è valsa la pena. E' stata l'unica ospite internazionale. Bella e solare. Seduta sullo sgabellone con David e Jason, angeli custodi con la chitarra, pronti ad esibirsi in una mini-mini-mini session acustica. Anche se.. il primo tentativo di registrazione è andato male. Alla seconda strofa di "Underneath" la regia fa segno di fermarsi. Jason e David capiscono. Lei no.. per 3 secondi continua a cantare. Poi, da dietro l'omino del microfono le bussa sulla spalla e le dice che il suo microfono non è ben pluggato. Aricomincia. Che peccato ;D La vedrete stasera, su Italia1. Lei è nella prima serata. Buona visione a tutti. La manifestazione in sè è stata deludente, una palla assurda. Specie perchè (a mio gusto) se ne salvavano 2 o 3: Fiorella Mannoia, Giovanni Allevi, un pò Claudio Baglioni. Ci siamo risparmiate Laura Pausini, Gigi D'Alessio ed Eros Ramazzotti che avevano registrato il giorno prima, ma mi son dovuta subire Miss Carbon Copy Elisa ("Stay", "Gli ostacoli del cuore" in duetto con Ligabue), Ligabue ("Niente Paura", "Il centro del mondo"), Zucchero ("I won't Let you down", "You are so beautiful"), Miss scopino ambulante in tutina Giorgia ("Ora basta", "Poche parole"), i Tazenda con Renga, un frocissimo Miguel Bosè ("Si te no vuelves", ma ha fatto solo sta canzone?) con la sgallettata trans di Bimba Bosè (sua figlia? con cui ha cantato "Como un lopo"), Antonello Venditti ("Dalla pelle al cuore"), Biagio Antonacci ("Coccinella", "Soffocamento"), i Pooh ("La casa del sole", "Un ragazzo di strada", michia che 2 palle!!), i Nomadi (vecchiume che incalza) in duetto pure con Mr Cocainome Gianluca Grignani ("Cammina nel sole", "Vagabondo", medley). Senza trascurare i presentatori dei premi: c'era pure la Marini! La scaletta della prima serata dovrebbe essere: -Zucchero -Ramazzotti -Ligabue -Miguel Bosè -ALANIS il resto non conta. Se volete evitarvi i primi.. dovrebbe andare in onda intorno alle 10pm. PS: Il tutto è stato registrato a Valle Giulia, all'aperto. Con la pioggia di stamattina, verso le 11pm s'è alzato un freschetto.. Siamo quasi morte congelate.

11 commenti:

Nicopino ha detto...

Stupenda Alanis e stupenda tu che hai permesso di sapere così tanto della serata. Ci sarai il concerto del 24 a Roma?

Rosy ha detto...

Certo che sì! Seconda Fila, Parterre.

Anonimo ha detto...

secondo me e sbagliato definire i nomadi vecchiume che incalza....se suonano da 45 anni ci sara pure un motivo no?i loro concerti sono seguiti da almeno 3 generazioni di persone...

Rosy ha detto...

E meno male che avevo premesso dicendo "A mio gusto".

Caro anonimo, sono opinioni, e le opinioni in quanto tali sono personali. Secondo me non hanno più nulla di nuovo da proporre. Ecco perchè vecchiume.

Se poi a te piacciono, mi dispiace per te. Ma anche tu hai diritto ad avere i tuoi gusti.

Grazie per esserti fermato a commentare.

Anonimo ha detto...

ti sei persa molto della storia della musica. opinione o meno.

Rosy ha detto...

Oh che peccato! Ti piace Tchajkovskij, Brahms, Vivaldi? No? Ti sei perso anche tu molto della storia della musica. Ma che cazzo di modo di pensare. Te ti sei perso lo switch che smista i pensieri filtrandoli dalle stronzate. E non è un'opinione.

Anonimo ha detto...

frequentando i loro concerti da molti anni(120 concerti in media ogni anno) conosci il mondo nomade...uno dei pochi gruppi umani..dove ne trovi altri che prima e dopo i concerti si fermano a paralare con te?sono disponibili in tutto...e poi non è vero che non hanno più nulla da proporre..sono stati i primi in italia a fare un disco-dvd live con un orchestra e questo non mi sembra poco....
sono io che sono dispiaciuto per te che non conosci bene qesto gruppo che ha fatto la storia della musica italiana..

Anonimo ha detto...

I Nomadi saranno pure, a tuo incommensurabile parere "Vecchiume", ovviamente Noi POPOLO NOMADE accettiamo le altrui opinioni, ma per la miseria, detto da una che ascolta la Morisette.... Beh ho qualche dubbio sulla tua conoscenza della musica.
Ovviamente anche questa è una mia opinione

Fabio - Torino

Rosy ha detto...

E' arrivata la scorta.. più che popolo nomade mi sembrate un popolo di stronzi.

Anonimo ha detto...

condivido con fabio..e poi io fossi in te modererei i termini e le parole...vieni a un concerto nomade e vedrai chi sono i nomadi e sopratutto il popolo nomade...poi ognuno ha i suoi gusti e bisogna rispettarli....

marco

Rosy ha detto...

ecco appunto. addio.